VENEZIA SAN LAZZARO DEGLI ARMENI

Arrivare all’isola di San Lazzaro in una mattina d’estate
o sotto la neve d’inverno è sempre una grande emozione.
Il monastero, silenzioso e accogliente, è lì da tre secoli
con il suo campanile che si vede da lontano nella laguna di Venezia.

Si entra e ti accoglie il chiostro pieno di luce e di rose.
La piccola chiesa ha mosaici d’oro, il “cielo” azzurro, e profuma.
La biblioteca unica al mondo, con più di quattromila manoscritti
antichi che risalgono a prima del Mille, pergamene con miniature
fantastiche, fino ai primi libri stampati a Venezia nel ‘500.

Un posto magico, dove tornare ogni volta con la
sensazione e la certezza di trovare vecchi amici.
Voglio ringraziare Padre Abate e i Padri Mechitaristi tutti
che mi hanno accolto con tanta semplice generosità e fiducia.
Mi hanno aperto tutte le porte, mostrato i tesori e condiviso il pane.

torna alla pagina precedente

Screen3 Screen1